Klay Thompson

Klay Thompson

Come parte di una recente intervista con Chris Montano di House of Highlights, il tiratore di Golden State Warriors Klay Thompson ha rivelato il momento in cui sapeva che l’infortunio ACL che aveva subito nel Game 6 delle Finali NBA 2019 era grave.

Thompson e i guerrieri stavano trascinando i Toronto Raptors nelle finali con un margine di tre partite a due. Con il Game 6 a Oakland, molti appassionati della NBA pensavano che i Dubs sarebbero stati ancora in grado di vincere la serie.

Le cose andavano bene per i Guerrieri per gran parte del gioco. In effetti, si trovavano a tre punti dai Rapaci nelle fasi di chiusura del terzo trimestre. Le loro fortune sarebbero presto cambiate, comunque.

Con poco più di due minuti rimanenti nel terzo, All-Star Warriors Stephen Curry è riuscito a rubare la palla a Kyle Lowry, che è inciampato mentre si faceva strada attraverso la vernice. Curry ha rapidamente spinto la palla davanti a Thompson in transizione.

Mentre si alzava per un tentativo di recupero veloce, Thompson è stato ferito da Danny Green. Durante la sua discesa, Thompson è atterrato goffamente sulla gamba sinistra, mandandolo a terra con evidente dolore. Ulteriori valutazioni mediche confermarono che aveva strappato il suo ACL.

Le implicazioni della lesione di Thompson erano piuttosto pesanti. Senza i suoi servizi, i Guerrieri hanno continuato a perdere la serie, 4-2.

“Ricordo solo di essermi allontanato e di aver detto al capo allenatore Steve Kerr:” Vado solo dietro. Speriamo che si allenti ‘”, ha detto Thompson riflettendo sulla sua lesione ACL.

“Una volta che sono tornato lì e non ho sentito l’energia della folla o visto i miei compagni di squadra o sentire quella palla nelle mie mani, l’adrenalina svanisce”, ha aggiunto il tiratore dei Guerrieri. “E mi sono reso conto di aver fatto qualcosa di piuttosto significativo.

“Anche se è successo, posso dire con tutto il cuore che ho lasciato il mio cuore là fuori sul campo e ho fatto del mio meglio”, ha detto Thompson in chiusura. “A volte, vieni a corto di sport.”

Thompson, che ha recentemente firmato un accordo quinquennale da 190 milioni di dollari con i Warriors, è ancora in fase di recupero. La maggior parte dei rapporti indica che potrebbe essere di nuovo in forma entro febbraio o marzo. Se tutto va bene con il suo processo di riabilitazione, probabilmente tornerà sul pavimento in tempo per i playoff.

“ACLs … non va bene, ok lo sappiamo”, ha dichiarato il CEO di Warriors Joe Lacob a NBC Sports. “Ma succede qualcosa e questo è un infortunio che ora le persone sanno come gestire. Molte persone sono tornate dagli ACL e hanno fatto abbastanza bene. Onestamente, non mi è nemmeno passato per la testa in remoto. “

Leave a Comment

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *